Vendere casa: gli 8 errori da evitare

Vendere casa è sempre un’operazione complessa. Per questo motivo raccomandiamo sempre di rivolgersi ai professionisti del settore immobiliare. In ogni caso, sia che tu ti rivolga ad un’agenzia immobiliare o che decida di vendere da privato ci sono alcuni fattori pratici che è bene considerare prima di vendere il tuo immobile.

Oggi voglio parlarti degli 8 errori più comuni quando si vende una casa, cercando di fare chiarezza su come evitarli e vendere la tua casa velocemente, con successo, in maniera facile e ad un prezzo più alto:

Primo errore: scelta del prezzo

Tante volte abbiamo parlato nel blog dell’importanza di fare una quotazione immobiliare affidandoti ad un esperto. Molti proprietari quando vendono casa decidono il prezzo in base al prezzo di acquisto. Pur di guadagnarci gonfiano il costo, senza considerare le quotazioni del mercato.

Altri proprietari inseriscono in una valutazione dei fattori soggettivi (Tutto un bagaglio di esperienze ed emozioni legate ad un determinato appartamento) difficilmente recepibili da un potenziale interessato… Sbagliato! 

Mettere un immobile sul mercato ad un prezzo adatto al mercato della zona significa aver fatto il 50% del lavoro di vendita! Una casa in vendita ad un costo distante da quelli del mercato di riferimento “brucerà l’annuncio“, scoraggiando i compratori. Ed un ribasso nel tempo del prezzo avrà lo stesso effetto. 

2. Non essere disponibili alle visite

Se vendi casa, dovrai occuparti di accogliere gli acquirenti nella casa per guidarli nella visita. Cavour Immobiliare offre ai propri clienti un manuale a riguardo, nel quale vengono forniti alcuni consigli che, statisticamente, aumentano il livello di gradimento dell’appartamento da parte del visitatore. Ma prima di tutto dovrai renderti disponibile ed essere il più flessibile possibile su orari e giorni.

Calcola che più visite fai, più sono alte le possibilità di vendere casa velocemente. Quindi, libera i tuoi impegni e offri un ventaglio di disponibilità oraria il più ampia possibile.

Se ti affidi ad un agente immobiliare accertati che sia disponibile a lavorare in orari particolari, compatibilmente con le tue esigenze.

3. Un arredo sgargiante e personale

Una delle regole dell’Home Staging più importante è quella sull’arredo della casa, che dovrebbe esser il più asettico ed impersonale possibile per la vendita della casa. Se desideri non includere i mobili nella tua vendita e ne hai la possibilità è meglio toglierli subito, prima di iniziare le visite. 

L’idea è quella di mostrare uno spazio vuoto, in cui l’acquirente possa immaginare la sua casa ideale senza esser influenzato da un arredamento particolare, magari con colori colori sgargianti e strani abbinamenti.

4. Non fare pulizia e ordine

L’ordine e la pulizia della casa è fondamentale per preparare la casa alla vendita. Pulisci i pavimenti, togli la polvere e sbarazzati di tutto ciò che è superfluo. La pulizia è importante anche per preparare l’immobile alla sezione fotografica per realizzare gli scatti degli annunci che andranno sui portali.

Soprattutto quando la casa viene ristrutturata, è fondamentale completare il tutto con una pulizia completa. L’aspetto in questo caso conta tantissimo!

5. Sottovalutare la potenza degli odori

A volte quando una casa rimane chiusa per un po di tempo o disabitata si forma uno sgradevole odore di chiuso. Apri le finestre e utilizza un deodorante per ambienti delicato. Il potere degli odori negli ambienti è una tecnica di marketing utilizzata spesso dai negozi, ma che funzionerà anche per la vendita della tua casa.

6. Ignorare le piccole riparazioni

Se vuoi davvero completare una vendita di successo per il tuo immobile ad un prezzo ottimale, allora dovrai rendere la tua casa perfetta o quasi. Per farlo sostituisci delle piccole imperfezioni o dei materiali usurati. Per esempio, una finestra rotta, un angolo di pavimento scheggiato, un muro rovinato da dipingere, gli elettrodomestici più vecchi, etc..

Ricorda che se desideri alzare il prezzo di vendita, allora dovrai offrire la qualità, cercando di riparare piccole imperfezioni e dettagli che fanno la differenza sugli acquirenti più attenti.

7. Nascondore i difetti

Spesso i proprietari quando vendono casa tendono a nascondere i difetti strutturali di una casa, ad esempio una perdita nella tuberia, un muro scheggiato o una porta rotta.

Cerca di essere il più onesto possibile con gli acquirenti. Un difetto strutturale che salta fuori nella fase dell’offerta potrebbe comportarti problemi per arrivare al rogito definitivo.

L’acquirente prima o poi scoprirà quello che nascondi!

8. Non preparare in anticipo tutta la documentazione

Non verificare fin dall’inizio la corrispondenza dei documenti alla situazione di fatto (es. planimetria), o non procurandosi la documentazione necessaria e obbligatoria (es. APE).

Non si rischiano solo costose multe ma persino la nullità dell’atto.

Che tu venda da privato o con l’aiuto di un’Agenzia immobiliare, sarà quindi fondamentale verificare la presenza di alcuni documenti e la conformità del tuo appartamento ad una serie di regolamenti, fin da subito.

Vuoi ricevere notizie, aggiornamenti e curiosità sul mercato immobiliare milanese? Iscriviti alla newsletter

Siete interessati ad una valutazione immobiliare professionalegratuita e senza impegno? Contatta noi di Cavour Immobiliare tramite questo modulo. Verrete ricontattati da un nostro esperto valutatore per fissare un appuntamento

Rimani in contatto con noi

Iscriviti per ricevere le ultime notizie, trend e aggiornamenti sul mercato immobiliare milanese

Iscrizione confermata