Dalle imposte sull’acquisto alle spese di gestione, quanto costa mantenere una seconda casa?

Chi possiede una seconda casa forse sa che il costo per il suo mantenimento è superiore rispetto a quello della prima. Questo, soprattutto, a causa delle imposte. Ma anche le utenze fanno la loro parte. Vediamo, nel dettaglio, quanto è necessario sborsare.

Acquisto – Quando si acquista la seconda casa non è possibile godere delle agevolazioni fiscali previste per la prima. Questo significa che, se si acquista dal costruttore, l’Iva è al 10% e se l’immobile è di lusso l’Iva è al 22%; se si acquista da un privato, si paga l’imposta di registro pari al 9%.

New house and money

New house and money

Tasse – Sulla seconda casa si pagano Imu e Tasi. Mentre infatti la prima casa gode dell’esenzione fiscale, la seconda no.

Rifiuti – Bisogna poi considerare l’imposta sui rifiuti. Ci sono regolamenti comunali che stabiliscono per la seconda casa una tariffa superiore rispetto alla prima, con importi comunque variabili da Comune a Comune.

Utenze – Per quanto riguarda le bollette della luce, sono previste tariffe più alte per la seconda casa rispetto a quelle previste per gli immobili dove si possiede la residenza. Il gas, invece, non subisce variazioni se non per la zona geografica.

Costi legali – I costi legali si devono affrontare nel momento in cui si decide di utilizzare la seconda abitazione come investimento. In questo caso, c’è da pagare l’imposta di registro per il contratto di affitto. Bisogna poi prendere in considerazione il rischio che l’inquilino debba essere sfrattato per morosità o per scadenza del contratto.

Gestione – Il proprietario di una seconda casa spesso non partecipa alle riunioni di condominio, questo significa che può ritrovarsi a “subire” le decisioni prese dall’assemblea. Il tutto di traduce in un maggior costo per la gestione dell’appartamento.

L’imposta sul reddito – La seconda casa fa reddito, di conseguenza deve essere inserita nella dichiarazione fiscale. Il reddito tassato a titolo di locazione può beneficiare della cedolare secca, ma spesso i benefici che si ottengono dal canone di affitto riescono appena a pareggiare le spese.

Cliccando su questo link potrete trovare una serie di immobili adatti per un investimento redditizio e sicuro.