Sfruttare gli spazi: l’angolo studio piccolo e pratico

L’emergenza coronavirus ci ha portato a riorganizzare lo spazio in casa prima di tutto per poter lavorare, studiare, leggere, essere creativi. E farlo in serenità non è facile se i metri quadrati sono pochi e condivisi con gli altri membri della famiglia, creando un immenso ambiente di coworking. Ma la parola chiave è, ancora una volta, flessibilità. Ecco alcuni consigli:

– se possibile scegliete un posto ben illuminato dalla luce naturale e che sia facile isolare dal resto dell’ambiente. Un esempio? Lo spazio davanti a una finestra. Vi esorto anche a guardare con occhi nuovi ogni angolo della casa: il sottoscala può diventare un piccolo ufficio, il corridoio ospitare una libreria con tavolino a scomparsa;

– è preferibile lavorare su un tavolo dotato di un cassetto, in cui trovare tutto ciò che serve e grazie al quale fare ordine a fine giornata. Una validissima alternativa? La cassettiera su ruote che può seguirvi anche in ogni spostamento, nel caso siate più produttivi cambiando spesso postazione;

– E’ bene, se possibile, eleggere un solo luogo a postazione personale. Che sia una parte del tavolo da pranzo, una consolle nell’ingresso o in camera da letto, avere un solo posto e tenerlo in ordine crea una disciplina e aiuta a concentrarsi;

– è bene fare molta attenzione alla seduta. Sedendosi molte ore nel modo sbagliato, per esempio stando sul divano o sul letto (attenzione, quest’ultima abitudine può portare anche a difficoltà nell’addormentarsi), può scatenare dolori e mal di schiena. Meglio scegliere con cura la sedia o la poltrona, o optare anche per uno sgabello per lavoro attivo, perfetto per leggere, scrivere, disegnare;

– non dimenticate una buona lampada che non affatichi la vista, meglio se con intensità regolabile;

– se possibile affiancate una o più piante al luogo che avete scelto: il verde crea un’atmosfera più rilassata e salutare, e ne beneficia anche la produttività, come ricorda anche Copernico, rete di luoghi di lavoro flessibili. Infine, in mancanza di luce naturale e piante, si può fare ricorso al colore: il blu favorisce la calma, il giallo stimola la creatività, il rosa aiuta a pensare positivo.

Iscriviti per ricevere le ultime notizie, trend e aggiornamenti sul mercato immobiliare milanese

Iscrizione confermata