Si può affittare una casa con procedura online al 100%?

È possibile affittare una casa tramite procedura online al 100%? La risposta, ai tempi dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, è in realtà più complessa di quanto non sarebbe in condizioni ordinarie.

Teoricamente, infatti, esistono già tutte le condizioni e gli strumenti per sottoscrivere un contratto d’affitto digitalmente, senza la necessità che le parti (locatore, locatario, agente immobiliare) si incontrino fisicamente. Come accade anche per la vendita, visite virtuali videochiamate consentono di “visitare” un’abitazione da remoto; mentre procedure online e firma digitale permettono di sottoscrivere e registrare un contratto d’affitto valido a tutti gli effetti. Ma andiamo per gradi.

Come visitare una casa da remoto

Sempre più utilizzate, e ormai tra le misure ormai imprescindibili per continuare a operare nel campo immobiliare, sono le visite virtuali,  che sta cambiando il paradigma stesso del settore. Al giorno d’oggi, infatti, la tecnologia consente di visitare una casa tramite lo schermo di un computer, tablet o addirittura dal proprio smartphone.

Non solo tramite tour virtuali ma anche con vere e proprie videochiamate che permettono di mostrare, in maniera preventiva, l’immobile alla clientela con il vantaggio di poter effettuare videochiamate di gruppo e di ridurre al minimo  la frequenza delle visite per salvaguardare la salute della clientela e dei Proprietari di casa.

Come registrare un contratto d’affitto online

Una volta trovato l’accordo tra le parti tramite le visite virtuali della casa, però, è necessario registrare il contratto d’affitto. Ma anche per quanto riguarda gli adempimenti burocratici, non è necessario incontrarsi fisicamente; grazie alla firma digitale, infatti, anche clienti meno esperti riescono a siglare documenti con firma digitale, che già da tempo aiuta ad adempire a tutti gli obblighi in via telematica”.

Quando si decide di affittare un immobile, infatti, è necessario registrare il contratto all’Agenzia delle Entrate. Ma forse non tutti sanno che è possibile farlo anche online, senza doversi necessariamente recare di persona presso gli uffici territoriali dell’Agenzia grazie a servizi telematici.

Cavour Immobiliare offre ai clienti che affidano il proprio immobile in locazione un servizio gratuito di registrazione, senza installare alcun software,oltre che di comunicare proroghe, cessioni e risoluzioni, esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca.

Le criticità durante l’emergenza sanitaria

I problemi principali, però, derivano dalla parte offline. Entrando nel dettaglio, infatti, l’impedimento oggettivo non deriva dalla parte burocratica, ma dalle necessità operative. “Durante l’emergenza sanitaria, infatti, effettuare un trasloco diviene pressoché impossibile perché le ultime disposizioni del governo impediscono le attività lavorative non strettamente necessarie, e le ditte che operano traslochi non rientrano tra queste”.

Con l’inizio della fase 2 anche questa criticità verrà superata permettendoci di tornare alla vita normale consapevoli però che qualcosa cambierà nel modo di lavorare. Sarà una grande opportunità per rendere la nostra attività più smart ed eliminare quelle burocrazia che molte volte scoraggia coloro che desiderano affittare la propria abitazione.